Scritti da Luigi


LVIII – IL MIO GIORNO FORTUNATO

Questo pomeriggio scriverò di stamattina. Intanto stanotte sono riuscito a dormire discretamente. Con Monica siamo andati prima al cimitero, in auto, e poi a Messa, a piedi. Nel senso che abbiamo dovuto riportare a casa l’auto perché in piazza c’era anche il mercatino dell’antiquariato. Ragione per cui era difficile trovare […]


XXV – MCCTG?!

Come scrissi in “L’omino giallo”, da quando andai al pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio, era il 17 marzo 2013, a oggi, ho fatto tre lastre. Radiografie, per dirla in italiano. Due, me le fecero proprio il giorno del ricovero. Una al torace e una all’addome. Poi me ne fecero ancora […]


CXI – MONTATORI E SMONTATORI (terza parte)

Domenica 5 luglio 2009. Ci si sveglia alla spicciolata. Gio prepara la colazione via via che piccoli gruppetti di montatori entrano in refettorio. Caffelatte, brioches, pane e marmellata. Siamo tutti stanchi, però soddisfatti. Tra le 9:00 e le 10:00 ripartono tutti per Rivolta. Sono l’unico che si ferma. Dopo averli […]


CXI – MONTATORI E SMONTATORI (seconda parte)

Torniamo a oggi. Chemio quasi finita, ma non ho scritto solo questo racconto. Ho fatto anche altre cose, perché entro sera dovrei riuscire a ufficializzare il “lancio” delle magliette su Facebook. Proseguirò domani a scrivere il racconto. Anzi stanotte, perché so già che non dormirò. Riprendo a scrivere. È mattina… […]


CXI – MONTATORI E SMONTATORI (prima parte)

Oggi San Raffaele. Sì lo so anch’io che oggi non è San Raffaele. Intendevo dire che in questo momento sono all’ospedale. Linea Arianna, stanza rossa, tre poltrone, chemio. Prima della visita oncologica ho fatto un salto da Ana e Laura. Dovreste già sapere chi sono. Detto questo, oggi vi farò […]


CXIX – GAMMA 1

Oggi San Raffaele, chemio. Sui vetri della saletta c’è applicato, per 3/4, un adesivo opaco che non permette di guardare all’interno. L’altro quarto è libero e mi consente di vedere i tetti di due palazzi, un bel pezzo di cielo nuvoloso, una pianta con ancora molte foglie e la punta […]


LXVI – REMORDIMIENTO

Tengo un remordimiento… Abro una paréntesis. No me gusta que me compadezcan por la enfermedad que tengo. Es más, ser compadecido me molesta muchísimo. Mucho, muchísimo! Así como me molesta una persona. Aquél que me pregunta cómo estoy, pero sólo para tener la conciencia tranquila. Aquél que sabe por lo […]


LXVI – RIMPIANTO

Ho un rimpianto… Apro prima una parentesi. Non mi piace essere commiserato da nessuno per la malattia che ho. Anzi, essere commiserato m’infastidisce proprio. Ma proprio tanto! Così come m’infastidisce una persona. Quello che mi chiede come sto, ma solo per essere a posto con la sua coscienza. Quello che […]